Smart Manufacturing: come cambia il ruolo del Lavoratore?

Chi sarà il lavoratore del futuro – scoprilo leggendo il nostro approfondimento

La Fabbrica Smart – altrimenti conosciuta come Industria 4.0 – rappresenta la nuova frontiera nella produzione manifatturiera.

Ne abbiamo parlato approfonditamente in questo articolo; tuttavia, un elemento cardine di questa transizione digitale è il lavoratore.

A tal proposito, oggi parliamo di come cambia e di quale sarà il nuovo ruolo del lavoratore in una Azienda Smart. 

Cos'è lo Smart Manufacturing?

Con l’arrivo della pandemia, abbiamo notato come un nuovo modo di lavorare si è adattato in maniera molto semplice e veloce a quelle che erano – e sono ancora – le necessità del momento, ovvero lo smart working.

In ambito di produzione manifatturiera si parla più correttamente di Smart Manufacturing.

Per Smart Manufacturing, si intende sia la rivoluzione riguardante le tecnologie, tra cui Internet delle Cose (IOT), Cloud, Cyber Security e tante altre; sia la strumentazione per produrre, ad esempio i macchinari o i materiali che vengono utilizzati che i tempi con i quali avviene la produzione manifatturiera; ed infine, l’evoluzione del lavoro da parte dei nuovi “operai smart”.

Questa nuova evoluzione del lavoro si inserisce in quelle che vengono chiamate le “3P” ovvero Prodotto, Processo e Persone.

Leggi anche i 4 errori più comuni nel processo di Trasformazione in Industria 4.0

3p: Prodotto, Processo e Persone

Innanzitutto, il prodotto è la cosa principale per far avanzare un’azienda all’interno del mercato.

Per rendere il prodotto più attrattivo rispetto a quelli della concorrenza, bisogna fare un’accurata analisi su quelle che sono le esigenze principali della clientela.

Il processo, invece, è quello che viene definito come tutte le attività che collegate tra loro, vanno a modificare o a creare un prodotto.

L’obiettivo è quello di riuscire a ridurre i costi e a massimizzare i guadagni,

Una conseguenza indiretta di questo modo di ottimizzare il prodotto dà luogo a quelli che potrebbero essere gli interessi futuri dei clienti.

Per ultimo, le persone, o meglio le loro competenze costituiscono il cardine principale per il buon funzionamento dell’azienda.

Qual è l'impatto sul lavoro?

Con lo Smart Manufacturing, il lavoro diventa più puntuale ed efficiente ottimizzando i tempi, i costi da un lato; e dall’altro, massimizzando i risultati finali.

Per questo motivo, devono essere implementate delle innovazioni tecnologiche, che riguardano prevalentemente:

  • la fabbrica;
  • i prodotti;
  • i lavoratori;
  • i collaboratori;
  • i partner;
  • i clienti;

La principale innovazione, però, è quella che riguarda il passaggio della visione del lavoro, prima incentrata sul prodotto, ad una incentrata prevalentemente sul cliente e sui dati formulati (i big data).

Quali sono le tecnologie che trasfomano una Fabbrica in una Industria 4.0? Scopri la nostra guida

Le Parole Chiave dello Smart Manufacturing

Le principali parole chiavi dello Smart Manufacturing sono:

  • flessibilità;
  • condivisione;
  • collaborazione;

Per flessibilità si intende la facilità e la velocità con cui il lavoro si è adattato ai cambiamenti avvenuti grazie alle nuove tecnologie che negli ultimi anni si stanno sviluppando.

Per condivisione, invece, ci si riferisce a tutti quegli scambi di informazioni che, passando da un lavoratore all’altro, fanno conoscere ai vari componenti quello che avviene all’interno di tutta l’azienda.

Per collaborazione, infine, riguarda un modus operandi di lavoro strategico dove lavorando insieme si arriva prima e meglio ad un obiettivo comune.

Chi saranno i nuovi lavoratori?

I nuovi lavoratori nelle Aziende 4.0, saranno quelli principalmente con grandi competenze digitali.

Per diventare un vero e proprio lavoratore 4.0, la prima caratteristica che bisogna avere è quella di riuscire a raggiungere una buona capacità analitica, decisionale e gestionale/organizzativa.

Un’altra capacità necessaria è quella di saper leggere i dati dell’attività dell’azienda, osservare quello che avviene all’interno dell’azienda e riuscire a prendere le giuste decisioni.

Infine, l’ultima importante qualità che è essenziale per essere considerati effettivamente lavoratori 4.0, è quella di essere collaborativi e comunicativi con tutto il resto dell’azienda.

Gli investimenti nella formazione 4.0 dei dipendenti sono parte del piano di sviluppo nazionale PNRR: scopri i vantaggi e le opportunità per le aziende manifatturiere.

Riassumendo...

Abbiamo visto cosa vuol dire Smart Manufacturing e quali sono i lavoratori del futuro 4.0. Diverse saranno le sfide del futuro; tuttavia, due cose fondamentali ci dovranno accompagnare: le tecnologie abilitanti e le competenze professionali.

Clicca e richiedi informazioni sulle opportunità che offrono le tecnologie di Industria 4.0.


Leggi gli altri approfondimenti:

INDUSTRIA E MANUTENZIONE PREDITTIVA: COME CAMBIA IL MODO DI LAVORARE, COME FUNZIONA E QUALI SONO I VANTAGGI

manutenzione predittiva

PIANIFICAZIONE E SCHEDULAZIONE NELL’INDUSTRIA 4.0: COME CAMBIANO E 4 MOTIVI PER ADOTTARLE

pianificazione e schedulazione

CHE COS’È IL MES E A COSA SERVE

che cos'è il mes e a cosa serve

DIGITALIZZAZIONE: DA FABBRICA A FABBRICA SMART 

fabbrica smart

HAI BISOGNO DI UN ERP NELLA TUA AZIENDA MANIFATTURIERA? 

ERP per l'azienda manifatturiera

PNRR: OPPORTUNITA’ PER L’INDUSTRIA 

pnrr per l'industria

SOFTWARE INDUSTRY 4.0: I VANTAGGI 

software industry 4.0 i vantaggi

I 4 ERRORI DA EVITARE NEL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE IN INDUSTRIA 4.0

4 errori nel processo di trasformazione in industria 4.0