LA GESTIONE DEL LAVORO IBRIDO

Lavoro ibrido aziende

Lavoro in sede o da remoto: come gestire le nuove modalità di lavoro per rendere l’azienda competitiva

COME LO SMART WORKING E IL LAVORO IBRIDO AVVANTAGGIANO I DIPENDENTI E RENDONO PIÙ COMPETITIVA L'AZIENDA 

Un ambiente di lavoro più produttivo rende l’azienda più competitiva sul mercato: è su questo assunto che si basa la teoria del lavoro ibrido, più comunemente – seppur impropriamente- chiamato in Italia “Smart Working”

Una nuova modalità flessibile di lavoro che coniuga i benefici del lavoro da remoto con l’operatività lavorativa in ufficio, senza che nessuna di esse vada ad inficiare l’altra. 

I modelli di lavoro su cui si sono basate storicamente le aziende presuppongono la necessità della presenza fisica del lavoratore in ufficio, anche a causa di mezzi tecnologici inefficaci per gestire lavoro e risorse umane lontane dalla sede. Oggi, tecnologie e innovazione si prestano perfettamente ad una riorganizzazione aziendale in nome del lavoro ibrido per una digital transformation nel settore HR.  

COS'È IL LAVORO IBRIDO?

Il lavoro ibrido, o hybrid working utilizzando la dicitura internazionale, è una modalità flessibile di lavoro, che alterna il lavoro in presenza nella sede aziendale a turni di lavoro da remoto, da casa o altro luogo. Il significato di lavoro ibrido, in Italia, combacia anche con il concetto di “lavoro agile”.

Si può quindi considerare il lavoro ibrido una via di mezzo tra il lavoro tradizionalmente inteso, quindi in presenza, e il più innovativo Smart-Working, che non prevede la necessità che un lavoratore si rechi fisicamente sul posto di lavoro. Il lavoro ibrido si suddivide quindi in due differenti tipologie organizzative: l’hybrid workingremote first”, per cui la presenza in azienda è occasionale e la maggior parte dell’attività lavorativa si svolge da remoto, e il lavoro ibridooffice first”, dove è predominante lo svolgimento dell’attività di lavoro in sede. 

Questa modalità mista di lavoro in presenza e non, regolata e organizzata grazie a innovativi sistemi tecnologici per la gestione delle risorse umane, si presenta come una straordinaria opportunità di crescita per le aziende, aumentando la produttività lavorativa e incrementando la competitività delle aziende sul mercato.

PERCHÈ ADOTTARE LA MODALITÀ DI LAVORO IBRIDO IN AZIENDA?

I motivi per cui è vantaggioso ricorrere al lavoro ibrido in luogo del cosiddetto “lavoro tradizionale” sono molteplici, sia dal punto di vista del personale aziendale che dal punto di vista degli obiettivi di business da raggiungere. 

Il lavoro ibrido permette ai dipendenti un miglior equilibrio vita-lavoro, soprattutto per quelle risorse che abitano più distanti dalla sede aziendale, con effetti positivi sul benessere personale del lavoratore e, conseguentemente, sulla sua produttività. Per gli stessi motivi, un’azienda che necessiti risorse specializzate sarà facilitata ad inserire nel suo organico talenti che vivono distanti, e specularmente sarà più facile per una risorsa distante accettare proposte non vincolanti per quanto riguarda l’assiduità in sede di lavoro. 

A differenza dello Smart Working, che sul lungo periodo può portare a mancanza di motivazione e coinvolgimento da parte del dipendente, il lavoro ibrido permette di non perdere mai totalmente il contatto con il resto del team, non soltanto tramite supporti tecnologici ma anche di persona, mantenendo i rapporti umani e sociali tra colleghi e preservando il senso di appartenenza all’azienda.
In aggiunta, grazie alla sua modalità di attuazione, il lavoro ibrido evita l’overworking e riduce lo stress, fattori ad alto rischio nello Smart Working.  

Scegliere il lavoro ibrido vuol dire anche andare incontro alle esigenze e ai desideri dei lavoratori, che nella grande maggioranza dei casi accolgono con piacere l’alternanza lavorativa tra sedi differenti. L’opportunità di lavorare a distanza deve andare di pari passo con la trasmissione di feedback e riconoscimenti ai lavoratori, per allontanare il calo di motivazione da parte del lavoratore da remoto in contrapposizione a quello in sede. 

Infine, il lavoro ibrido permette una riorganizzazione degli spazi aziendali e una maggior flessibilità delle postazioni di lavoro, una sorta di “hybrid office”, che consenta di creare spazi collettivi dove i team di lavoro possano confrontarsi e coordinarsi sui progetti.

LE TECNOLOGIE FONDAMENTALI PER INTRODURRE IL LAVORO IBRIDO IN AZIENDA

L’introduzione di un nuovo modello organizzativo in azienda deve essere supportata da un software  di gestione per le risorse umane che permetta una gestione completa del settore HR

La gestione e l’organizzazione lavorativa efficiente delle risorse umane, soprattutto in riferimento al lavoro ibrido, deve essere supportata da sistemi tecnologici innovativi che rispondano a tutte le esigenze che la modalità di lavoro agile comporta, sia dal punto di vista del dipendente che da quello delle aziende e dei consulenti del lavoro o studi professionali che vi collaborano. 

A tal proposito, è necessario scegliere un software che conceda vari livelli di accesso alle sue funzionalità con accessi front-end per i dipendenti e accessi back-end per amministratori e consulenti, con la possibilità di attuare ulteriori eventuali limitazioni di accesso.

Presenze, ferie, permessi, buoni pasto, rimborsi spese e trasferte devono essere gestiti da dipendenti e amministratori direttamente dal PC o App mobile in maniera immediata. Il software per la gestione delle risorse umane deve rendere consultabile l’intero rapporto di lavoro del dipendente, dall’assunzione fino alla cessazione, a tutti i livelli di accesso, oltre ad un sistema di digitalizzazione e accesso ai documenti, in modo da facilitare il reperimento della documentazione senza ostacoli per la variazione di sede lavorativa né rallentamenti all’operatività aziendale. 

Altre funzioni chiave per la gestione delle risorse umane e le varie modalità di lavoro riguardano il management delle performance professionali, con analisi delle prestazioni, compensation e obiettivi di formazione per le risorse e la gestione completa delle politiche di welfare.

Il software si completa infine anche di funzioni per l’analisi e la condivisione dei dati in tempo reale per i livelli di accesso selezionati, in modo da facilitare le scelte strategiche a livello di business. 

 

Scegliere un software per la gestione del lavoro ibrido come TeamSystem HR All-in-one facilita l’organizzazione aziendale delle risorse umane, rendendo l’impresa altamente competitiva sul mercato grazie al corretto ed efficiente management del personale.



Leggi anche questo approfondimento: LA DIGITAL TRANSFORMATION NEL SETTORE HR

DIGITAL TRANSFORMATION RISORSE UMANE