Come sarà la SEO nel 2018?

Categories Web

Google, si sa, è un universo in costante e rapida evoluzione. Il suo algoritmo è continuamente aggiornato, facendo così fluttuare la SERP. Proprio per questo è importante stare al suo passo e, se possibile, provare a prevederne le mosse. Arrivati alle soglie del nuovo anno, la domanda che ci poniamo è quindi questa: quali saranno le regole per la SEO nel 2018?

Quello che possiamo immaginarci è che sicuramente molte “regole” già in uso rimarranno tali.

La regola principale dei contenuti di qualità rimane il grande dogma da rispettare. La creazione di testi unici ed originali, che sappiano coinvolgere il lettore ed allo stesso tempo siano “apprezzati” da Google, è sicuramente il primo elemento per una corretta ottimizzazione SEO. Naturalmente rimane fondamentale uno attento studio delle parole chiave, l’inserimento di link interni pertinenti ed immagini rilevanti.

Sempre importante ai fini del posizionamento sarà la velocità di caricamento delle pagine. Si dovrà continuare a lavorare sulla riduzione dei tempi di risposta, andando ad agire sul codice sorgente, sfruttando la cache del browser o comprimendo ed ottimizzando le immagini senza però diminuirne la qualità.

Nel 2017 le ricerche da mobile hanno superato di gran lunga quelle da desktop, e nel futuro prossimo questo trend è destinato ad aumentare. Ecco che allora diventa fondamentale garantire al proprio sito l’usabilità per i dispositivi mobili. Siti facilmente navigabili, template semplici, contenuti leggibili non solo creeranno una maggiore esperienza per l’utente, ma saranno anche premiati da Google.

In un’epoca dove le immagini hanno sempre maggiore impatto, si può prevedere che arricchendo i contenuti del nostro sito con foto e video aumenterà il coinvolgimento con i visitatori ed invoglierà le persone a rimanere più a lungo nel sito.

Dopo un periodo in cui Google sembrava penalizzare l’utilizzo di link in entrata, la tendenza sembra essere quella di un ritorno di questa tecnica per ottimizzare le pagine. L’importante è creare dei collegamenti in modo naturale e non esagerare. Verrà infatti premiata la qualità e non la quantità.

In generale, le domande che dovremmo porci nel 2018 per una corretta strategia SEO sono queste: il contenuto del mio sito soddisfa la ricerca degli utenti? Le mie pagine si caricano velocemente? La navigazione è ostacolata da pop-up fastidiosi o troppi banner?

Prima di concludere è bene fare una menzione per la Voice Search, il servizio di ricerca a riconoscimento vocale che permette di trovare informazioni con dei semplici comandi vocali. Una tecnologia nata nel 2008, ma che sta prendendo sempre più strada e che sicuramente andrà tenuta in considerazione anche per la SEO.