SEI PRONTO PER L’INVIO TELEMATICO DEI CORRISPETTIVI?

Categories Aziende

Cosa prevede e come adeguarsi alla normativa in pochi semplici step.

IL DECRETO FISCALE

Il decreto fiscale 119/2018 stabilisce che negozianti e commercianti al minuto dovranno provvedere ad inviare telematicamente i corrispettivi elettronici all’Agenzia delle Entrate.
Per prima cosa è opportuno verificare il volume d’affari al 31.12.2018 – mediante il modello IVA 2019.
Sulla base di questo il decreto fiscale stabilisce che l’obbligo di inviare telematicamente i corrispettivi decorrerà
• dal 1 luglio 2019 per i commercianti con un fatturato superiore ad € 400.000
• dal 1 gennaio 2020 a tutti i titolari di Partita Iva, a prescindere dal fatturato.
Oltre all’invio telematico dei corrispettivi in formato XML si dovrà provvedere alla relativa conservazione sostitutiva, a norma del medesimo file XML trasmesso.
Dal punto di vista procedurale l’adempimento presuppone la dotazione dei registratori telematici, sottoposti a specifica regolamentazione dal Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate n. 182017 del 28.10.2016.

LA BUONA NOTIZIA: IL BONUS

Adeguare il proprio punto vendita alla normativa, il prima possibile, ti darà la possibilità di usufruire del credito d’imposta riconosciuto per l’acquisto o l’adattamento dei registratori di cassa di nuova generazione.
Per ogni misuratore fiscale lo Stato offre un contributo pari al 50% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 250 euro in caso di acquisto e di 50 euro in caso di adattamento.
Il contributo è valido per le spese sostenute nel 2019 e nel 2020. La disponibilità non è illimitata bensì valida solo fino ad esaurimento fondi.

LA NOSTRA SOLUZIONE:

L’app CassaNova è la soluzione più innovativa che ti consente in semplicità ed in tutta sicurezza di trasformare tablet Android ed Ipad in un sistema di cassa completo.
Il registratore telematico elabora i dati di compravendita di beni e servizi memorizzati durante tutta la giornata lavorativa, li sigilla elettronicamente garantendone l’autenticità e procede con l’invio telematico dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate. Non avrai più la preoccupazione di errori contabili, plichi di documenti da controllare, scontrini o fatture perse. Basta la connessione Internet e c on la massima sicurezza garantita lo scontrino sarà trasmesso all’Agenzia delle Entrate.