Google lancia la sua libreria

Spazio agli ebook

di Redazione PMI-Dome | 25 ottobre 2011


Google torna a far parlare di sé grazie ad un progetto innovativo e faraonico. Questa volta si tratta di raccogliere in un unico prodotto una miriade di “sapere” in una libreria virtuale infinita.

Mountain View vorrebbe che la library “rispecchiasse l'utilizzo e le sensazioni di una reale, avendo però lo spazio necessario ad ospitare un enorme numero di titoli di ebook”.

Per stimolare gli utenti Google ha giocato molto sull’impatto grafico, realizzando una sorta di torre elicoidale navigabile che raccoglie oltre 10mila titoli di Google Books suddivisi in 28 categorie.

Il progetto, al momento in via sperimentale, prende il nome di WebGL Bookcase. WebGL è una tecnologia incorporata all’interno del browser Chrome, di conseguenza senza alcuna necessità di installare plugin aggiuntivi, gli utilizzatori del navigatore della grande G, potranno avere a disposizione una montagna di sapere a portata di clic, funzionale e divertente da consultare.

Si potrà scegliere la categoria e accedere allo “scaffale” dedicato o ancora eleggere il proprio libro attraverso ricerca libera o ruotando l’elica “infinita”.

L’utilizzatore, grazie all’interfaccia grafica innovativa  (ancora in fase di completamento)  vedrà la riproduzione di un libro d’innanzi ai suoi occhi, pronto per essere sfogliato. 

Google spiega: “Un’interfaccia digitale ha bisogno di essere familiare ed intuitiva, pur approfittando della mancanza di vincoli tipici di uno spazio virtuale. Abbiamo immaginato qualcosa che assomigli agli scaffali di un salotto, ma che sia anche in grado di mettere in mostra l’enorme numero di titoli disponibili online – molti di più di quelli che possono stare su uno scaffale tradizionale”

http://www.youtube.com/watch?v=6GqhJDPi-Ug&feature=player_embedded


Google per favorire la convergenza di servizi web based sia su desktop che su mobile ha integrato nei libri a disposizione dei QR Code che rimandano al libro scelto in maniera immediata anche su smartphone.

Si tratta di un servizio innovativo all’insegna dell’integrazione che sfrutta le ultime novità dal punto di vista grafico e strumenti di archiviazione.

Per una migliore esperienza si consigliano PC sufficientemente performanti, si tratta ancora di una fase sperimentale, ma per quanto visto finora la richiesta di risorse hardware non è da sottovalutare.